Vita sociale e abitudini di allevamento

I maschi di giraffa sono stati osservati impegnarsi in comportamenti omosessuali con una frequenza straordinariamente alta. Dopo un aggressivo “sbaciucchiamento”, è comune per le due giraffe maschio accarezzarsi e cercarsi a vicenda, e ciò porta alla monta e al culmine. Tali interazioni tra maschi sembra siano più frequenti dell’accoppiamento eterosessuale. In uno studio, fino al 94% degli incidenti osservati avvenuti in fase di monta hanno avuto luogo tra due maschi. La percentuale di attività omosessuali varia tra il 30 e il 75%, e in qualsiasi momento un maschio su venti era impegnato in comportamenti omosessuali consensuali con un altro maschio. Solo l’1% degli incidenti durante la monta si è verificato tra femmine. Tra le scimmie, Lionel Tiger e Robin Fox hanno condotto uno studio su come i contraccettivi Depo-Provera determinano una riduzione dell’attrazione maschile verso le femmine. Per quanto riguarda il macaco giapponese, conosciuto anche come la “scimmia della neve”, le relazioni omosessuali sono frequenti, anche se i tassi variano tra le truppe. Le femmine formeranno “compagnie” caratterizzate da  appassionate attività sociali e sessuali. In alcune truppe fino ad un quarto delle femmine formano tali legami, che variano nella durata da pochi giorni a qualche settimana. Spesso, amicizie forti e durature derivano da tali abbinamenti. I maschi hanno anche relazioni omosessuali, in genere con partner multipli della stessa età. Attività affettuose e giocose sono associate a tali rapporti. Entrambi i leoni maschi e femmine sono stati visti interagire omosessualmente. I leoni maschi formano delle coppie per un po’ di giorni e intraprendono un’attività omosessuale con affettuose carezze, che portano alla fase di monta e di spinta. Circa l’8% dei rapporti che sono stati osservati si sono verificati con altri maschi. Accoppiamenti tra femmine sono ritenuti abbastanza comuni in cattività, ma non sono stati osservati in natura.