Nei film porno adoro i pompini!

Al mio ragazzo piacciono molto i bocchini, ma prima di incontrarlo non avevo mai fatto esperienza. I miei partner precedenti erano un po’ noiosi a letto, e non avevo imparato molto. Pensavo che un pompino mi avrebbe fatto vomitare. Quanto mi sbagliavo! Dopo aver guardato dei film porno mi resi conto che un pompino non richiede necessariamente di tenere il cazzo dentro la gola tutto il tempo. Così ho guardato dei film porno molto attentamente e ho deciso di diventare un’esperta del mestiere. I film porno possono essere un ottimo strumento per imparare.
Iniziai a guardare dei film porno mentre lui non c’era e feci pratica su una banana e una barretta di cioccolata per imparare bene. Imparai a vorticare la lingua sulla punta del pene (o meglio, della banana), come prenderlo bene senza avere la nausea, come succhiarlo dentro la bocca, come cambiare il ritmo da lenta a veloce e viceversa. Non appena credetti di aver imparato tutto quello che i film porno avevano da offrire, decisi di sorprendere il mio ragazzo. Gli feci un bocchino così bello che non ce la faceva ad aspettare la fine e io ho lasciato che mi venisse nella bocca. Disse che il giorno dopo l’uccello gli avrebbe fatto male, e invece non era così – e io lo so perché lo ripetemmo.
Domandò come avevo imparato a succhiargli il cazzo così bene, ma non volevo rovinare la magia e dire che lo avevo imparato grazie ai porno. Dissi che era il mio talento naturale e dovevo solo scoprirlo.
Continuerò a vedere i porno, naturalmente. C’è così tanto ancora da imparare e intendo essere una studente eccezionale.


La nudità nei film

La nudità nei film è  una qualsiasi rappresentazione che contempla almeno una persona nuda o che indossa una quantità di vestiti  che le norme  contemporanee considerano modesta. La divulgazione della nudità nei film e nei media in generale è sempre stata controversa, dal momento che lo sviluppo del media, e la maggior parte delle porno scene di nudo hanno dovuto essere giustificati in quanto parte della storia, nel concetto di “nudità artisticamente giustificata”. In alcuni casi, la nudità stessa è oggetto del film o è utilizzata nello sviluppo descrittivo del soggetto. In alcuni casi , la nudità è stata criticata come “superflua e gratuita” alla trama, ed alcuni produttori cinematografici sono stati accusati di includere la nudità nei film per fare presa su determinati segmenti di pubblico. Molti attori ed attrici, ad un certo punto della loro carriera, sono apparsi nudi, hanno mostrato parti intime del loro corpo o hanno indossato vestiti considerati provocatori per gli standards del tempo.

Porno nei film dovrebbe essere distinta dal sesso. I film erotici sono suggestivi della sessualità, e di solito contengono nudità, anche se questo non è un prerequisito .

La nudità in un contesto porno sessuale è comune nei film pornografici, ma i film pornografici softcore generalmente evitano la raffigurazione di un pene o di una vulva.  Un film sul naturismo o su persone per le quali la nudità è comune può contenere nudità di carattere non sessuale, e, film non pornografici possono a volte contenere scene di nudo molto brevi.


Fotografia

Nella scultura Indiana e del Sud-Est Asiatico le figure sono adornate di bracciali e gioielli che tendevano a “mettere in risalto il loro fascino e delimitare le diverse zone della muscolatura corporea molto sviluppate.” Il nudo è stato il soggetto del film pornografico dalla sua invenzione, nel diciannovesimo secolo. I primi film pornografico spesso sceglievano pose che imitavano i nudi classici del passato. La fotografia e film pornografico soffre del problema di essere troppo realistica, e per molti anni non è stata accettata da coloro che erano impegnati nelle belle arti tradizionali. Tuttavia, il lavoro di molti fotografi è stato definito come artistico, per esempio quello di Ruth Bernhard, Imogen Cunningham, Anne Brigman, Edward Weston e Alfred Stieglitz. Alla fine del XX secolo sono emerse nuove forme d’arte, tra cui installazioni, performances, video, tutte adoperate per realizzare opere che includessero anche il nudo. Lo spogliarello è una danza erotica in cui l’esecutore si spoglia a poco a poco, parzialmente o completamente, in modo sensuale e con sfondo sessuale. La persona che esegue lo spogliarello, generalmente viene definita come “spogliarellista” o stripper. Nei paesi Occidentali, i luoghi in cui gli striptease sono eseguiti regolarmente sono chiamati strip club, anche se possono avvenire anche in pub (specialmente nel Regno Unito), teatri e sale da concerto. A volte, una spogliarellista può essere assunta per animare una festa di addio al celibato. Oltre a fornire intrattenimento per adulti, lo striptease può essere una forma di gioco sessuale tra partner.


Porno e il sesso di pomeriggio

A volte è difficile convincere il vostro partner per una scopata di pomeriggio, perché è sempre pieno di scuse e compiti che non possono aspettare. Accendete il video porno e tra qualche attimo comincerà a guardare e rapidamente scoprirà che lavare i piatti non è così urgente, ma che preferisce partecipare al guardare in porno pornoteca.it. Il video porno fatto bene darà molto meglio di sfregamento dei vestiti e occhiali, e felice sono che s’impegnano e cominciò a strofinarsi si preferisce. Il video porno funziona sulle donne molto più come sugli uomini, perché sono abituate ad aspettare, ma se viene l’occasione ideale per un sesso rapido, sono già in tutta la sorpresa bagnate tra le gambe. Home di Kuri in modo che anche loro non si può fermare e cercare di convincerli che nel bel mezzo della giornata, non è un buon momento per scopare. In realtà, perché dovrebbero? Se il ti aiuta porno ogni volta che si alza, è certamente la pena di prendere vantaggio, e per entrare in azione. Probabilmente nessuno è così pazzo di non avanzarsi per il sesso, soprattutto se le donne sono in genere più per il sesso solo la sera, a letto – il video porno può imparare che anche nel pomeriggio e più che perfetto ed anche una nuova idea per essere più aperti e s’impara qualcosa di più nuovo.


Un sesso dipendante uomini

Non è raro per un sesso-dipendente non voler avere più niente a che fare con il proprio partner di sesso dopo aver concluso la prestazione. Filmati porno frequente e non protetto – Molte persone con dipendenza dal sesso sono coinvolte in rapporti filmati porno rischiosi a causa della non protezione. Questo, spesso, accade perché il bisogno di soddisfare il proprio desiderio le porta a non considerare né preoccuparsi delle potenziali conseguenze. Comportamenti sessuali in conflitto con i propri valori personali o il proprio credo religioso – I segni della dipendenza da sesso, per esempio per chi è un devoto cristiano o cattolico, possono includere l’avere più partner o relazioni extraconiugali, rapporti occasionali, sesso con minori o con prostitute. Credono che il loro comportamento sia moralmente sbagliato, ma non riescono a fermarsi. Ossessione nei confronti di un partner sessuale irraggiungibile – Questo tipo di fissazione può portare ad appostamenti o molestie sessuali nei confronti dell’individuo, che potrebbe essere spiato od osservato durante il sesso (voyeurismo) e, in alcuni casi, potrebbe subire violenza. Presenza di parafilie (comportamenti sessuali considerati insoliti, di cattivo gusto o inaccettabili) – Le parafilie includono l’esibizionismo, il voyeurismo, il sadismo, il masochismo e la pedofilia. Anche se possono indicare la possibile dipendenza, non è detto che tutti coloro che hanno delle parafilie siano filmati porno dipendenti.


L’interesse per film gratis

Sebbene non ci fossero scene di topless in questi film, il genere mostrava giovani ragazze trascorrere la maggior parte del loro tempo in bikini stringati mentre la controparte di giovani ed attraenti ragazzi se ne stavano a torso nudo.

L’ aggiunto di musica, rendeva l’atmosfera giocosa danzante e, la produzione di qualità, rendevano questi film adatti ad una visione ampia per la famiglia, nei cinema, nei drive-in ed era rivolto ad un pubblico misto (anche se la sceneggiatura piuttosto semplice includeva spesso alcune storie di amore soft).

Le attrici di questi film erano invariabilmente giovani, con un corpo perfetto ed un seno abbondante.

L’interesse per questi film scompare verso il 1.966.

Nel controverso film britannico di Michael Powell Peeping Tom, uscito nel 1960, una modella (Pamela Green) se ne sta sdraiata sul letto in attesa di essere fotografata dal killer, in una scena chiave. Nel mentre, noda il suo reggiseno esponendo brevemente uno dei suoi seni.

Questa scena è considerata come la prima scena di nudo femminile in un lungometraggio non film gratis in lingua inglese del dopo guerra rivolto alla grande distribuzione,  e,  in particolare la prima scena del genere in un film inglese. Il film è stato stroncato dalla critica dell’epoca e questo fatto distrusse la carriera di regista di Powell nel Regno Unito.

Il non film gratis è ora considerato un classico di culto; Martin Scorsese lo ha ripubblicato nel 1979.

Un altro non film gratis del 1960, l’ horror americano Macumba Love, è caratterizzato da una breve scena in topless di June Wilkinson intenta ad amoreggiare nel mare.

Questa scena, che causò all’epoca molte scalpore, è stata vista in integrale soltanto nelle proiezioni del film nelle sale cinematografiche europee.


Movimento naturista

I film porno gratis nudisti volevano rappresentare gli stili di vita dei membri del movimento naturista, ma erano in gran parte un veicolo per l’esibizione della nudità femminile.

Erano principalmente girati nelle località naturiste, ma con la partecipazione di modelle di glamour attraenti.

La nudità del film porno gratis era rigorosamente non-sessuale e nelle scene frontali, le zone pubiche degli attori erano coperte da oggetti, parti di abbigliamento grazie a sapienti angolature.

L’esposizione disinibita di seni e sederi era però abbondante.

Gli standard di recitazione e le tecniche di produzione non erano molto elevati e gli sbocchi commerciali e la loro distribuzione erano molto limitati, così come la quantità di pubblico interessato a questo genere. Molti film sono stati nuovamente riproposti più volte con nuovi titoli o montaggi, per ingannare gli spettatori e far vedere loro di nuovo pellicole già viste. L’interesse per questo genere di film porno gratis scema poco a poco a metà degli anni 60.

Allo stesso tempo, alcuni produttori indipendenti hanno prodotto film erotici che contenevano apertamente nudità femminile senza nascondersi dietro al pretesto di contesti naturisti.

The Immoral Mr. Teas (1959) diretto da Russ Meyer è stato il primo di questi film. In quel film, il contesto per la presentazione della nudità femminile erano le fantasie sulle donne del personaggio principale.      Una delle caratteristiche di questo film è stato l’uso di donne maggiorate, una costante che divenne presto una caratteristica del genere.

 


Porno italiano

Ti piacerebbe vedere un vero porno italiano? Che tu ci creda o no, oltre ai video porno stranieri ed esotici online, è possibile trovare veri porno italiani fatti in casa, dove uomini e donne provenienti da tutti gli Stati Uniti mostrano come lo fanno – in coppia, da soli o in trio. Il porno italiano è pulito, perché potresti vedere il tipo di persone sei abituato a vedere – che è molto meglio di quelli esotici molte volte, perché potresti essere stanco di guardare immagini di ragazze che non vedrai mai. È molto meglio godersi video con ragazze che sembrano proprio come la ragazza della porta accanto che hai sempre voluto scopare. In caso contrario, il porno italiano non è diverso da quello fatto in Europa o in Asia. Troverai la masturbazione, ragazze che giocano e vengono scopate in posizioni diverse, e alcune di loro ti sembreranno piuttosto familiari. Naturalmente – ne hai già visto qualcuno o conoscerai la trama dalle foto. Il porno italiano può essere trovato sui siti porno gratuiti italiani e stranieri, in quanto i video porno sono spesso condivisi da questi siti. Così, anche un sito porno che sembra essere europeo o asiatico, può sorprenderti con vero porno italiano. In un film che racconta il sesso reale di ragazze e coppie italiane non ha paura di mostrare il proprio lato selvaggio, non dà spazio alla timidezza, e può essere sessualmente molto innovativo. Il porno italiano mostra tutto ciò che gli Italiani di solito nascondono nelle loro camere da letto.


Effetti del Consumo Prolungato di Pornografia

In “Effetti del Consumo Prolungato di video p“, un’analisi della ricerca sulla pornografia condotta per il Surgeon General nel 1986, Zillmann ha osservato che esistono incongruenze nella letteratura sulla video p, ma nel complesso ha concluso che un’ampia visione di materiale pornografico può produrre alcuni effetti sociologici da ritenersi negativi, tra cui una diminuzione del rispetto per le relazioni monogame e a lungo termine, e un desiderio attenuato per la procreazione. Egli descrive la base ipotetica per queste conclusioni affermando: I valori espressi nella pornografia si scontrano così ovviamente con il concetto di famiglia, e potenzialmente minano i valori tradizionali che favoriscono il matrimonio, la famiglia, e i bambini… Le sceneggiature dei video p si soffermano su incontri sessuali fra partner che si sono appena incontrati, che non sono in alcun modo collegati o impegnati gli uni agli altri, e chi si separeranno a breve, per mai incontrarsi di nuovo… La gratificazione sessuale nella video p non è in funzione di un’attaccamento emotivo, di gentilezza, di cura, e soprattutto non in vista di una prosecuzione del rapporto, in quanto tale continuità si tradurrebbe in responsabilità, rinunce, e costi …Altri ricercatori contemporanei non furono d’accordo, McKay & Dolf notano che “un aspetto trascurato nel lavoro sulla pornografia è che gli adulti in grado di funzionare nella società contemporanea sono anche abbastanza in grado di distinguere le differenze tra realtà e fantasia. Che tale punto richiede di essere specificato è indicativo del modello eccessivamente semplicistico del comportamento umano che si riflette in questo tipo di lavoro “.


Vita sociale e abitudini di allevamento

I maschi di giraffa sono stati osservati impegnarsi in comportamenti omosessuali con una frequenza straordinariamente alta. Dopo un aggressivo “sbaciucchiamento”, è comune per le due giraffe maschio accarezzarsi e cercarsi a vicenda, e ciò porta alla monta e al culmine. Tali interazioni tra maschi sembra siano più frequenti dell’accoppiamento eterosessuale. In uno studio, fino al 94% degli incidenti osservati avvenuti in fase di monta hanno avuto luogo tra due maschi. La percentuale di attività omosessuali varia tra il 30 e il 75%, e in qualsiasi momento un maschio su venti era impegnato in comportamenti omosessuali consensuali con un altro maschio. Solo l’1% degli incidenti durante la monta si è verificato tra femmine. Tra le scimmie, Lionel Tiger e Robin Fox hanno condotto uno studio su come i contraccettivi Depo-Provera determinano una riduzione dell’attrazione maschile verso le femmine. Per quanto riguarda il macaco giapponese, conosciuto anche come la “scimmia della neve”, le relazioni omosessuali sono frequenti, anche se i tassi variano tra le truppe. Le femmine formeranno “compagnie” caratterizzate da  appassionate attività sociali e sessuali. In alcune truppe fino ad un quarto delle femmine formano tali legami, che variano nella durata da pochi giorni a qualche settimana. Spesso, amicizie forti e durature derivano da tali abbinamenti. I maschi hanno anche relazioni omosessuali, in genere con partner multipli della stessa età. Attività affettuose e giocose sono associate a tali rapporti. Entrambi i leoni maschi e femmine sono stati visti interagire omosessualmente. I leoni maschi formano delle coppie per un po’ di giorni e intraprendono un’attività omosessuale con affettuose carezze, che portano alla fase di monta e di spinta. Circa l’8% dei rapporti che sono stati osservati si sono verificati con altri maschi. Accoppiamenti tra femmine sono ritenuti abbastanza comuni in cattività, ma non sono stati osservati in natura.